Registrati
Registrati alla newsletter

Ricevi le news di Innovable Italia in tempo reale!

E se la curiosità fosse il vero motore dell’innovazione?

La curiosità è una delle competenze professionali più sottovalutate. Eppure, solo le persone curiose riescono a fare innovazione.
curiosità

Quando parliamo di competenze professionali, la curiosità è una caratteristica che viene ampiamente sottovalutata. Una persona curiosa infatti è qualcuno che vuole imparare a fare cose nuove e che quindi possiede l’umiltà di ammettere di non avere già tutte le risposte.

Ti riconosci in questa descrizione? Allora congratulazioni: sei una persona curiosa e capace di innovare anche a tua insaputa.

Curiosità e pensiero associativo

Una volta che ti sei guardato dentro e hai capito di essere una persona curiosa (e basta poco: anche un click in più è segno di curiosità), la seconda domanda che devi porti è: sai andare in bicicletta? Se la risposta è sì, allora sai anche usare il pensiero associativo, e il tutto sempre a tua insaputa!

Saper associare elementi diversi, che siano oggetti materiali o immagini mentali, è infatti un aspetto fondamentale per portare valore non solo alla tua azienda (è così si creano le famose “sinergie”), ma anche alla tua vita di tutti i giorni: il pensiero associativo insomma è grande fonte di innovazione.

Anche il dubbio è segno di curiosità

Strettamente correlata alla curiosità è anche la capacità di dubitare che, se esercitata in maniera costruttiva, diventa essenziale per fare passi avanti in qualsiasi progetto. Dubitare è inevitabile, ma non è sempre un’azione negativa: metterti in discussione ti permetterà di scoprire nuove possibilità e migliorare come professionista.

Le risposte ai tuoi dubbi però non possono che essere provvisorie, perché altre domande ti aspettano giorno dopo giorno. Infine, solo la consapevolezza che dubitare non significa generare nuovi problemi, ma dare vita a un produttivo scambio di feedback, ti potrà portare a sviluppare idee e intuizioni innovative.

curiosità

La curiosità nelle relazioni con gli altri

Un proverbio africano recita: “Se vuoi andare veloce, corri da solo. Se vuoi andare lontano, corri insieme a qualcuno”. Ed è vero: le relazioni interpersonali sono fondamentali non solo nella tua vita privata, ma anche in quella professionale.

La comunicazione ha fatto grandi passi avanti, diventando sempre più digitale, e continuerà in questa direzione. Non per questo però devi mettere da parte l’importanza delle relazioni interpersonali.

Impara dai colleghi che lavorano con te (attraverso il famoso “networking”) e cerca di capire in cosa sei diverso da loro, in modo da avvicinarti a quella che potrebbe essere la tua vocazione personale e professionale.

Anche questa è curiosità, mio caro innovatore!

Saper osservare per guardare al futuro

L’osservazione è la madre della curiosità, e non è cosa da poco: basti ricordare che proprio l’atto di osservare è alla base del metodo scientifico.

Attraverso l’osservazione infatti puoi guardare con attenzione ciò che ti circonda e descrivere la situazione in maniera obiettiva arrivando a migliorarla o a risolvere un problema. E se non ci riesci, come insegna la scienza, la soluzione è solo una: provare ancora, ancora e ancora.

Osservare senza pregiudizi è sinonimo di intelligenza sociale, una qualità indispensabile nelle relazioni professionali. L’intelligenza sociale ti permette infatti di non ragionare secondo regole prestabilite e trovare quindi soluzioni migliori per risolvere problemi e conflitti. Questo tipo di intelligenza inoltre va di pari passo con la sostenibilità (dato che mette al primo posto il nostro futuro e quello delle prossime generazioni), l’assertività e l’empatia.

In conclusione, attraverso la tua curiosità, hai l’occasione di innovare qualsiasi processo aziendale, grande o piccolo che sia. Il segreto è non dimenticarti mai di osservare, di metterti in discussione e di comunicare con empatia e umiltà con i tuoi colleghi.

Francisco Morillas Hernandez

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Posts