Registrati
Registrati alla newsletter

Ricevi le news di Innovable Italia in tempo reale!

Il mezzo di spostamento interurbano del futuro

Un Mondo Pieno di Traffico

Guardatevi intorno. Una delle necessità che ci accomuna da sempre è la mobilità.

Sentiamo il bisogno di riuscire a spostarci sempre più velocemente, più lontano e con una certa autonomia.

In un mondo sempre più connesso sia online che offline, dove i limiti territoriali sono stati ormai superati da mezzi di trasporto capaci di farci arrivare dall’altra parte del mondo in poche ore, questa esigenza di mobilità si sta per scontrare verso un muro che non possiamo abbattere ma che possiamo solamente aggirare.

Ovvero gli ingorghi e le emissioni del traffico nelle principali aree urbane.

Ormai è risaputo che nelle grandi città (anche in quelle italiane, seppur piccole rispetto alle grandi città estere) la mobilità è diventata tutto tranne che piacevole e veloce.

Spostarsi con i propri veicoli è ormai diventata una fonte di stress e perdita di tempo.

Ad automobili e moto si sono sostituiti mezzi di spostamento pubblici (metro, autobus e tram) e per coloro che desiderano avere un tipo di mobilità ancora più smart, vi è una grande presenza di biciclette, motorini e monopattini elettrici.

Eppure nonostante le numerosissime alternative, il problema sussiste ancora e continuerà a peggiorare inevitabilmente.

mobility_1

Spostiamoci Sopra e Sotto il Suolo

Secondo queste osservazioni sembra logico che siamo richiamati a dover ripensare la mobilità così come la conosciamo.

Abbiamo bisogno di progetti che permettano di far spostare le persone in nuovi modi sopra e sotto la terra ferma, senza inquinare l’ambiente circostante.

Aerei e metro sono già realtà, tuttavia sono mezzi di trasporto per un numero elevato di persone, non una soluzione personalizzata.

Il problema dello spostamento sulla terraferma così come lo conosciamo, è la limitatezza dello spostamento in sé.

mobility_city

Cerchiamo di creare nuovi mezzi di spostamento, che si muovano sempre e solo sulla terraferma, senza prendere in considerazione la possibilità di spostarci con altre dinamiche che abbraccino in toto il concetto di spazio.

Uno degli uomini più iconici e rappresentativi di questo modo di pensare è Elon Musk.

Talmente tanto stufo e stressato dal traffico, decise di dar vita a The Boring Company per scavare dei tunnel sottoterra con i quali tutti i possessori di automobili Tesla potessero muoversi.

Per quanto futuristica, stramba e complicata questa idea possa essere, oggi è già in parte realtà.

Una Soluzione Tutta Made in Italy

Una delle startup che ad oggi stanno pensando proprio in questo modo e che in futuro potrebbero cambiare per sempre le carte in tavola, è Walle Mobility, fondata da Domenico Gagliardi.

Questa startup punta a dar vita ad un nuovo paradigma dello spostamento interurbano, dando vita a taxi-droni capaci di trasportare dei piccoli nuclei di persone in determinati punti della città, volando sopra di essa. 

Inoltre, grazie alla mobilità elettrica, questa scelta sarà quasi totalmente ecosostenibile, escludendo dal conteggio i materiali ed i processi di produzione dei taxi-droni.

Questi nuovi mezzi per quanto fantascientifici possano essere, sono già in sviluppo in altre nazioni d’Europa.

Attraverso questi velivoli VTOL (vertical take-off and landing), questa startup ha tutte le carte in regola per diventare realtà entro il 2026.

Le tecnologie da adottare sono ormai all’ordine del giorno per gli addetti al settore, e con la forte spinta alla mobilità elettrica che stiamo vivendo negli ultimi anni la loro  realizzazione non è più utopia.

In un Futuro Lontano…

Se non sei ancora convinto/a della fattibilità di queste idee, vorremmo proporti questo ragionamento.

Secondo te, rispetto a quest’anno, sono più vicini a noi gli anni ‘30 o i vecchi e cari anni ‘90?

Risposta: gli anni 30!

Quando parliamo di esplorazione di marte, taxi-droni, tunnel sotterranei, ecc…,

stiamo parlando di futuro, questo è vero, ma di un futuro che è alle porte!

Gli anni ‘90 sono distanti da noi di ben ‘30 anni, mentre gli anni ‘30 di solo 10.

Se pensi che il mondo che ti circonda non sia destinato a cambiare da qui a breve, attraverso questi articoli ti renderai conto che il futuro è già tra noi.

Soprattutto nella mente di tutti coloro che sfidano lo status quo per portare un reale cambiamento positivo nel mondo.

Total
2
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Posts